Freddy e il suo guscio di tartaruga stampato con la stampante 3D

su
Gnius
immagine al post Freddy e il suo guscio di tartaruga stampato con la stampante 3D

Un bel video che racconta di una brutta storia, realmente accaduta, della tartaruga Freddy e di come ha avuto un nuovo guscio dopo aver perso il suo in un incendio grazie alle stampanti 3D e alla plastica prodotta dal mais:

La storia è molto bella, e ci mostra come la tecnologia delle stampanti 3D può veramente aiutare in campo medico.

Freddy è solo un esempio di come si può fare molto per aiutare anche i nostri piccoli animali domestici grazie ai nuovi materiali, come in questo caso la plastica derivata dal mais, che non è tossica ed è biocompatibile con il resto del guscio della povera tararughina.

Il resto del lavoro l’ha fatto il disegnatore al cad del guscio, che ha “ingegnerizzato” il nuovo guscio partendo dalle poche parti rimaste sane, creando 4 porzioni che si sono incastrate l’una nell’altra, e tutte poi incastrate con il resto del guscio naturale.
Non è cosa da poco, considerando che non bisogna solo coprire la povera bestiola, ma va fatto anche cercando di fare un nuovo guscio che pesi più o meno come quello vecchio.

Il tocco finale è stato poi dato dal pittore che si è offerto di dipingere il nuovo guscio in maniera molto simile al vecchio!

Una bellissima storia che ha un lietissimo fine e siamo convinti che la piccola Freddy ora sia grata a tutta la tecnologia che sta dietro alle stampanti 3D!
Non è la prima volta che i nostri amici animali vengono aiutati con protesi create con le stampanti 3D, anche questo bellissimo cucciolo ha ripreso a correre e fare le passeggiate con il suo padrone grazie alla stampa 3D di protesi in gomma:

Approfondimenti

One thought on “Freddy e il suo guscio di tartaruga stampato con la stampante 3D”

  1. Pingback: Le leggende sul guscio crepato della tartaruga
  2. Trackback: Le leggende sul guscio crepato della tartaruga

Comments are closed.