Ubuntu Touch – Il Sistema Operativo x Smartphone e Tablet

su
Gnius
immagine al post Ubuntu Touch – Il Sistema Operativo x Smartphone e Tablet

Chi fosse stanco del classico sistema operativo nel proprio telefono non deve necessariamente andare alla ricerca di un nuovo modello di cellulare, dotato magari di un altro sistema, ma può semplicemente scaricare il sistema operativo di Linux per telefonini, ovvero Ubuntu Touch.ubuntu-for-phone-1

Ubuntu arriva anche per i dispositivi mobili.

Dopo diversi mesi di speculazioni, e dopo una lunga attesa, finalmente arriva il nuovo sistema operativo che sicuramente sarà in grado di far sorridere gli utenti, visto che rappresenta la valida alternativa ad alcuni sistemi che purtroppo, ancora ad oggi, sono tutt’altro che affidabili.
Ubuntu Touch infatti si presenta come il sistema operativo in grado di risolvere tantissimi problemi, ed il cambiamento lo si nota subito al primo impatto visivo, visto che l’aspetto grafico di Ubuntu risulta essere semplice ma pulito.
Poche icone ma un mondo tutto da scoprire, che permette alle persone di vivere grandi emozioni grazie al loro cellulare.

Guarda le offerte per i Tablet Android!

Il nuovo visual display.

Gli smartphone ed i tablet attuali sono tutti dotati di schermo touch ma, alcuni sistemi operativi non sono in grado di sfruttare al meglio le potenziali che tale schermo ha da offrire.
Ubuntu invece riesce ad organizzare il device ed a potenziarlo in maniera incredibile: ad esempio, quante volte è capitato di dover compiere tantissimi passaggi per poter trovare le applicazioni preferite?
Grazie ad Ubuntu, trascinando il dito dalla parte sinistra dello schermo, fino a quelle destra, apparirà una schermata nella quale sono presenti tutte le varie applicazioni che si utilizzano maggiormente.
In questo modo dunque si risparmierà tempo e fatica, e soprattutto sarà possibile trovare effettivamente quello che si cerca nel proprio telefonino.
Se invece si vuole passare da un’applicazione all’altra, basterà premere su uno dei quattro lati dello schermo e trascinare verso il centro: in questo modo si potranno cambiare le varie applicazioni, ovvero passare in tempo rapidissimo da un’applicazione all’altra senza doverne chiudere una.
Il telefonino grazie ad Ubuntu inoltre non subirà alcun rallentamento, anche se si aprono contemporaneamente più applicazioni.ubuntu-for-phone-2

Velocità incredibile.

La velocità del cellulare non verrà mai messa in discussione, grazie ad Ubuntu: basterà infatti installare il sistema operativo e sarà possibile sfruttare al massimo ogni tipo di funzione del suddetto.
La velocità la si potrà notare in un qualsiasi momento, visto che il telefono sarà in grado di caricarle senza rallentamenti: Ubuntu infatti alleggerisce il carico di lavoro degli smartphone, permettendo loro di reggere il peso di tante applicazioni, evitando crash di ogni tipo.

I comandi vocali più reattivi di sempre.

Inoltre, altro aspetto fondamentale del sistema operativo di Linux per cellulari, ovvero Ubuntu, consiste nell’integrazione perfetta dei comandi vocali su cellulare.
Ogni singola applicazione potrà essere avviata col solo utilizzo della voce, così come ogni comando, per poter essere azionato, dovrà essere pronunciato: Ubuntu lavorerà in maniera quasi autonoma, e l’utente avrà la sensazione di avere un assistente che esegue per lui le diverse operazioni, senza che il telefono debba essere mai toccato.

Perché Ubuntu.

Resta da capire perché utilizzare Ubuntu: esso rappresenta l’evoluzione dei sistemi operativi per dispositivi mobili, ed inoltre rende maggiormente semplice l’utilizzo del telefono.
Con semplici movimenti sullo schermo, e solo con la voce, il cellulare potrà essere sfruttato nel migliore dei modi.
Ubuntu racchiude in sé i termini di praticità, efficienza e velocità, ed è per questo motivo che la soluzione migliore consiste nell’installarlo sul proprio cellulare, che si trasformerà in un vero e proprio computer tascabile.

I Telefoni ufficiali rilasciati con Ubuntu Touch costano 199€ e 169€ e possono essere ordinati direttamente sul sito Ubuntu!

 

Approfondimenti