Tesla – Batteria Solare per la Casa

su
Gnius
immagine al post Tesla – Batteria Solare per la Casa

tesla-batteria-solare-casaUna batteria in grado di immagazzinare energia per uso domestico. Oggi è realtà: si chiama Tesla Powerwall ed è pensata per una casa sostenibile.
Si tratta di una batteria domestica che si ricarica con l’energia che viene generata dai pannelli solari e che ha la peculiarità di entrare in azione quando le tariffe elettriche sono ridotte, in maniera tale da poter poi sfruttare l’energia immagazzinata durante la sera, alimentando l’intera casa.

Risparmio da un lato ma anche sicurezza dall’altro: potrete infatti usare la batteria solare Tesla Powerall come riserva di energia elettrica nel caso di interruzioni di corrente e blackout grazie al sistema di back-up che interviene anche in caso di spostamento dei carichi, evitando di dover incrementare la potenza sfruttata.
Una risorsa insomma, sempre più essenziale per massimizzare l’utilizzo di energia solare.

Questa batteria solare è peraltro molto semplice da installare ed ha una forma compatta per minimizzare gli spazi occupati.
In commercio da alcune settimane, viene proposta in due versioni per il residenziale, da 7 e 10 kWh, al prezzo, per gli installatori, di 3000 e 3500 dollari ovvero 2700 e 3150 euro circa.

Vai su Gnius Economia e leggi i nostri articoli sulle agevolazioni di un Impianto Fotovoltaico

Powerwall, la batteria solare per la casa di Tesla, è un pacco batterie agli ioni di litio del peso di 100 chili e di dimensioni contenute, 130 x 86 x 18 cm, installabile non solo all’interno ma anche all’esterno delle abitazioni.

Potrete beneficiare a lungo della nuova batteria Tesla Powerwall, è infatti garantita per dieci anni e può inoltre essere utilizzata in maniera modulare, collegando tra loro diverse batterie per arrivare ad una capacità di accumulo massima di 90 kWh per il modello da 10 kWh oppure di 63 kHw per quello da 7 kWh.

Per il funzionamento?
È necessario un inverter da installare e che regoli la carica, gestisca la batteria e interfacciandosi con l’impianto elettrico vada a monitorare i carichi.

Approfondimenti