Krita Migliora il Supporto per i Photoshop Document Psd

su
Gnius
immagine al post Krita Migliora il Supporto per i Photoshop Document Psd

kita-migliora-supporto-psd-photoshopIl software Krita è uno dei migliori attualmente in circolazione con moltissime applicazioni per il disegno e la modifica di immagini. Il software è open source, sviluppato per Linux, e i suoi ideatori hanno fatto sapere che sta per essere rilasciata la nuova versione 2.8.2. Questo aggiornamento migliorerà sensibilmente il supporto per Psd Photoshop document. Infatti Krita 2.8.2 migliora l’importazione dei file con estensione .psd, ovvero photoshop document, complice anche l’integrazione del supporto che permette la lettura dei gruppi di layer. Gli sviluppatori hanno voluto risolvere anche altri piccoli problemi con il nuovo aggiornamento, ottimizzando gli strumenti per gestire meglio i carichi di lavoro. Sono stati risolti anche i problemi relativi ai tag, grazie all’introduzione della possibilità di includere senza problemi anche i caratteri speciali al loro interno.

L’interfaccia presenta una grafica molto moderna, con la possibilità anche di personalizzare molto gli strumenti a disposizione, come pennelli inseribili come plugin, tavolette grafiche e strumenti vari per il disegno. Gli sviluppatori hanno saputo coniugare la correzione di vari bug presenti nella versione precedente, introducendo anche delle interessanti features completamente nuove. Calligra è incluso nella raccolta di programmi Calligra Suite, che contiene anche altri prodotti per l’ufficio, come un foglio di calcolo, un programma per presentazioni e molto altro ancora. Inizialmente Krita era un programma sviluppato principalmente per disegni e pitturazioni digitali, tuttavia a seguito delle modifiche successive e dei recenti aggiornamenti, possiede oggi molti strumenti utili per il fotoritocco. La versione 2.8.2, avvicina ancora di più il programma alle caratteristiche tecniche dei rivali più maturi, soprattutto grazie a questa nuova possibilità di importare i file photoshop document.

Approfondimenti